Corsi consolari (6-18 anni)

Corsi di lingua e cultura italiana organizzati dal Consolato di Monaco in accordo con le istituzioni scolastiche dello stato bavarese

A chi si rivolgono?
A tutti i bambini in età scolare, italiani o di origine italiana, con almeno una minima competenza dell’italiano.

Di cosa si tratta?

I bambini ed i ragazzi vengono assegnati in classi omogenee per età. Normalmente la prima classe fa gruppo a sè e nelle attività viene privilegiato l’aspetto orale della lingua rispetto allo scritto, per non „disturbare“ l’apprendimento della lettura e della scrittura in lingua tedesca. Dalla seconda alla quarta classe si lavora prevalentemente sull’aspetto ortografico dell’italiano, imparando a leggere e a scrivere i grafemi che si discostano dal sistema tedesco. I ragazzi più grandi approfondiscono l’aspetto culturale dell’italiano con letture ed attività di carattere storico-geografico-letterario. A tutti i livelli si cercano di proporre modalità di lavoro divertenti e giocose, con l’ausilio di libri di testo specifici, canzoni e materiali diversi.

Dove si svolgono?
Presso la MHG, Ostengasse 29, Ratisbona

Costi e modalità di iscrizione
Consultare la pagina internet del consolato italiano di Monaco di Baviera (modulistica/scuola/corsi di lingua italiana) e/o quella dell’As.sc.it di Norimberga, che è l’ente gestore per i corsi di Ratisbona.
Per eventuali chiarimenti prendere contatto con la segreteria di Amici d’Italia, che non gestisce i corsi, ma sostiene da sempre tutte le opportunità per promuovere il bilinguismo e la cultura italiana nelle giovani generazioni.

Chi è l’insegnante? Silvia Bertino-Trapp, diplomata all’Istituto  Magistrale e laureata in silvia bertino-trappLettere Moderne, ha lavorato per dodici anni nella scuola elementare italiana come insegnante di ruolo. Ha studiato ed  applicato il metodo Orff per l’insegnamento della musica ai bambini in età scolare e prescolare. Ha conseguito l’abilitazione per l’insegnamento di lettere e storia dell’arte nelle scuole superiori. Ottenuto il posto di ruolo in un istituto superiore, si è trasferita a Ratisbona per motivi familiari. Ha condotto il gruppo di gioco dal 2007 al 2012. Insegna ai corsi del Consolato dal 2008.